16.6.11

l'anima delle cose

Quattro bimbe, due cani e un lettino scrostato.
Non è un'immagine poetica? Per me lo è.
Non vedo un lettino distrutto ma il lettino che è stato e che potrebbe tornare ad essere. Guardandolo penso al bambino che vi riposava, alle coccole dei suoi genitori che lo osservavano trattenendo il respiro per non disturbarne il sonno e poi immagino che il bambino diventato uomo osservi in quello stesso lettino il suo bimbo... 

insomma per farla breve, ed evitare un overdose zuccherina a chi legge, non sarebbe bello arredare gli spazi dei vostri figli con arredi e oggetti ai quali siete affezionati, che rimandano alla vostra infanzia o ad altri momenti significativi della vostra vita? 
L'anima delle cose non è forse la nostra memoria?
Io amo gli spazi con carattere, quelli che raccontano la storia di chi li vive, quelli, per intenderci, che non sembrano sbucati fuori da un catalogo di mobili, quelli che non seguono la  moda e neanche quelli che la dettano. Amo gli spazi unici ed irripetibili come la personalità di chi li vive.


Per informazioni sulla progettazione on line e le sedi dello studio potete contattarmi via e-mail.
Per sottoscrivere l'abbonamento ai feed cliccate qui.
Potete seguirmi anche su facebook e twitter.

.........
the spirit of things

Four little girls, two dogs and a scraped crib. For me this is a poetic image. Looking at it I think of the child cuddled by the ​​parents who watched him/her in silence to do not disturb and then I guess the child became a man look in the same bed him/her baby...When I look at this picture I do not see a destroyed bed, but the bed that has been and could be brought back. would not be nice to decorate the spaces of your children with furniture and objects that remember your childhood and other significant moments of your life?The spirit of things is it not our memories?I love space with character, that tell the story of who live therethose, I mean, that does not appear like be popped out from a catalog of furniture, those who do not follow fashion and even those who dictate. I love  space
 unique like the personality of who live there.


If you’d like to submit one question, about children's world, you can do e-mailing me. 
To subscribe this blog click here
Follow me on facebook and twitter

4 commenti:

  1. quanto hai ragione! anch'io amo gli oggetti con una storia e un'anima...e ho sempre grandi difficoltà a buttare via le cose.

    RispondiElimina
  2. Michele16.6.11

    Sono d'accordissimo! Da bambino ho dormito nella culla di mia madre, poi non so che fine abbia fatto ma è un peccato che non sia arrivata ai miei figli. Sarebbe stato bello poter dire loro di aver dormito nella culla della nonna.

    RispondiElimina
  3. Viola16.6.11

    Com'è poetico questo post...!

    RispondiElimina
  4. Giuli: meglio avere qualche titubanza prima piuttosto che pentirsi a posteriori.

    Michele: non sapere che fine abbiano fatto alcuni oggetti cari è un problema comune.

    Viola: esagerato... ma grazie!

    RispondiElimina